Press

PRESS


La Stua del John - mangiaredadio.it

 

Ma oggi, “il John” non è più solo questo! Alla classica offerta è infatti stata affiancata l’atmosfera di un minuscolo ed elegante ristorante gourmet – la Stua del John – che, con meno di una trentina di coperti, da forma alla novità ristorativa che ancora mancava nella località dell’Alpe Cimbra: a dirigerne la regia,  Paolo Cappuccio, chef partenopeo purosangue e già Stella Michelin nel 2009 al BioHotel Hermitage di Madonna di Campiglio che, tra una collaborazione e l’altra, ha colto una nuova sfida, portando la sua idea di cucina sana e leggera.
Leggi l'articolo

 


Alpe cimbra stellata

Paolo Cappuccio si definisce "il folle nomade gourmet": la sua cucina abbraccia la tradizione mediterranea a 360 gradi con un'attenzione particolare alla cucina creativa buona ma soprattutto che faccia bene, quindi ricca di nutrienti.  Sarà curioso provare gli abbinamenti di una cucina mediterranea ad alta quota: pesci e crostacei ma non mancherà la carne biologica trentina e la pasta fresca di grano saraceno. 

Leggi l'articolo


Alpe Cimbra: emozioni sulla neve a 360 gradi — Dove viaggi

«Ha inaugurato  l’1 dicembre con una serie di finger food mediterranei, ma per l’apertura de La Stube del John (8 dicembre), a Folgaria, in via Colpi 52, lo stellato Paolo Cappuccio, talentuoso chef napoletano, ha pensato a un menu che unisse l’Alpe Cimbra al Mediterraneo: carne trentina biologica, per lo più, ma anche pesce e crostacei, con la consueta attenzione al benessere e ai nutrienti che contraddistingue la sua cucina. “Fibra, vitamine, meno grassi e calorie ma più gusto”, racconta.»
Leggi l'articolo